Taccuino

La sfida del cambiamento

Il finesettimana appena concluso ci ha riservato due eventi particolarmente significativi per la nostra comunità: la decima edizione del Palio dei Ragazzi e l’inaugurazione di una statua nel Parco di Bussoladomani dedicata al celebre compositore fiorentino Giancarlo Bigazzi. Le tradizioni Camaioresi e la memoria della Versilia che fu, entrambe pronte a ricevere nuova linfa per assicurarsi il futuro che meritano.

L’operazione avviata solo pochi anni fa per rinnovare il Palio dei Rioni sta ormai concludendo la sua fase embrionale. Decisi a mantenere vive le tradizioni del nostro territorio, abbiamo inserito l’insegnamento delle discipline del Palio nell’offerta formativa scolastica, avvicinando i più giovani alla manifestazione e offrendo al contempo uno spazio speciale di condivisione e pratica sportiva. Da lì alla nuova formula del Palio dei Ragazzi e a una prima inclusione delle disabilità, il passo è stato breve, spontaneo ed entusiasmante. Piccoli accorgimenti che possono garantire il futuro di una tradizione, tramandando alle nuove generazioni i valori e i costumi che rendono unica la nostra comunità.

Impossibile poi non leggere nell’inaugurazione della statua alla memoria di Bigazzi la scintilla dell’unico sogno capace di superare le diatribe locali e i campanilismi: il riavvicinamento a un’epoca d’oro della Versilia e una nuova occasione di farsi sede straordinaria del grande intrattenimento. Il percorso verso la rinascita del mito di Bussoladomani è disseminato di ostacoli che solo con pazienza e meticolosità possiamo superare senza compromessi. Oggi non abbiamo solo un meraviglioso parco urbano, ma una delle aree di spettacolo più sicure, capienti e suggestive d’Italia. E nel 2019 vi approderanno i primi grandi concerti. È tutto qua ciò che serve per riassaporare i fasti del passato? Restituire alla comunità un simbolo del suo enorme potenziale, come riaprire un cinema o inaugurare un museo? Certo che no. Ma sono passi che non molti sanno compiere nell’era della scarsità e della burocrazia.

Recupero del passato per Bussoladomani, investimento sul futuro per il Palio dei Rioni: due priorità che oggi rappresentano tutta la Cultura, lo Sport e l’Intrattenimento della nostra terra e che proprio per questo meritano strategie di crescita diverse nonostante il fine comune. Siamo pronti e impazienti di passare alla seconda fase, quella della pratica. Via via che si faranno largo tra i giovani e nelle scuole, le nostre tradizioni si rinnoveranno, e con esse anche il Palio saprà farsi sempre più includente, produttivo e partecipato. Mentre io scrivo e voi leggete, Bussoladomani è poi al centro delle minuziose trattative della DiandGi per ultimare il suo primo cartellone di eventi dal respiro internazionale. Ed è da lì, proprio da quel momento, che inizierà per la Versilia un’avventura unica ed elettrizzante, con un futuro che è ancora tutto da scrivere.